In questo sito utilizziamo dei cookies per rendere la navigazione più piacevole per i nostri clienti.
Cliccando sul link "Informazioni" qui di fianco, puoi trovare le informazioni per disattivare l' installazione dei cookies,ma in tal caso il sito potrebbe non funzionare correttamente.Informazioni
Continuando a navigare in questo sito acconsenti alla nostra Policy. [OK]
Aggiornato al 28/05/2017

News: Sarà ‘biofotonica’ la cura contro l’acne

 

L'acne vulgaris, fra le più diffuse e comuni malattie della pelle tanto da colpire 8 italiani su 10 nel corso della vita, specie in età adolescenziale seppure non siano escluse manifestazioni anche in età adulta, ha una nuova opportunità di cura ‘biofotonica’. È infatti in arrivo, anche in Italia, una tecnologia innovativa che combina una luce LED di lunghezza d'onda multipla con un gel fotoconvertitore, consentendo allo spettro luminoso di penetrare meglio in profondità della pelle dove stimola la produzione di collagene, e dunque la riparazione delle cicatrici, tra i più ‘pesanti’ effetti collaterali dell’acne sia in termini fisici che psicologici.

L’efficacia sarebbe comprovata da uno studio clinico da cui emerge che 9 persone su 10 affette da acne da moderata a severa, trattate con questa tecnologia due volte a settimana per un periodo di 6 settimane, hanno osservato un netto miglioramento della malattia, ovvero una progressiva attenuazione delle manifestazioni cutanee in funzione della ‘reazione’ degli strati più profondi della pelle, fino a una persona su tre che ha ottenuto una pelle libera da acne o pressoché tale. Inoltre, il 92% dei pazienti che sono stati seguiti dopo lo studio iniziale di 12 settimane hanno mantenuto i risultati per almeno sei mesi.

«La convivenza con l'acne – ha dichiarato il Dottor Pier Luca Bencini, Direttore Scientifico e Responsabile della sezione di Dermatologia Medica Chirurgica ed Estetica presso l’Istituto di Chirurgia e Laser-chirurgia in Dermatologia (ICLID) di Milano - può incidere profondamente sul benessere delle persone, intaccandone la fiducia, esponendole a un maggiore rischio di ansia sociale e persino di depressione. Questo stato si associa anche alla continua ricerca di nuove ‘soluzioni’ che possano soddisfare le loro aspettative di miglioramenti della cute e non solo; nuove tecnologie come quella biofotonica rappresentano un significativo avanzamento terapeutico e un'alternativa rassicurante ai trattamenti tradizionali».

La tecnologia biofotonica, i cui dati clinici di efficacia e sicurezza sono stati pubblicati di recente sull'International Journal of Dermatology, è disponibile presso centri dermatologici specializzati anche per il trattamento delle linee d'espressione e delle rughe.

 

Scarica l'articolo in PDFgenera pdf
Inserito il:09/05/2017 11:23:33
Ultimo aggiornamento:09/05/2017 11:26:16

social

Condividi su
nel futuro, web magazine di informazione e cultura nel futuro, archivio
Questo sito utilizza cookies.Informazioni e privacy policy
yost.technology